SEMINARIO BIM 

Evento BIM

Il 13 dicembre si è tenuto a Bologna, presso l’auditorium di Unipol Banca, il seminario organizzato da Consorzio Integra e dall’Università Federico II di Napoli dal titolo “BUILDING INFORMATION MODELING – Riflessi su progettazione, esecuzione dei lavori e manutenzione”. Il seminario è stato promosso da Integra nell’ambito del percorso intrapreso fin dalla costituzione in coerenza con il payoff Cooperare per Innovare.

Innovazione come strumento per garantire un adeguato presidio del mercato e per rendere sempre più efficace ed efficiente la propria azione e quella delle associate. Innovazione da perseguire attraverso l’integrazione con il mondo universitario, il mondo della ricerca, i centri studi…

Il percorso è stato avviato con l’adesione al distretto scientifico STRESS ed è proseguito attraverso: l’organizzazione del convengo “Il nuovo codice dei Contratti Pubblici” tenutosi a Roma il 12 luglio presso la LUISS, con relatore, tra gli altri, il presidente dell’ANAC Raffaele Cantone; il seminario CRESME “Settimo ciclo edilizio o primo ciclo del mercato dell’ambiente costruito? Scenari di riconfigurazione della domanda e dell’offerta”, tenutosi a Bologna il 22 settembre; la sponsorizzazione della congiunturale CRESME, in occasione dell’apertura del SAIE 2016, e del Forum Appalti Pubblici organizzato da Maggioli e tenutosi a Bologna il 20 ottobre a seguito dell’entrata in vigore del nuovo codice degli appalti; l’adesione al distretto scientifico Habitech di Trento.

In questo quadro non poteva mancare un seminario sul BIM, sia per l’attualità del tema (come dimostrano i lavori della Commissione Ministeriale sulla Digitalizzazione degli Appalti e le prime richieste del mercato dei lavori pubblici e privati), sia per le potenzialità dello strumento in termini di competitività, che, non ultimo, per le affinità tra la natura del BIM e la mission di INTEGRA.

Il primo, infatti, riunisce e integra in un unico modello tutti i dati rilevanti di una costruzione, dai dati progettuali a quelli di facility management, puntando all’ottimizzazione della pianificazione, realizzazione e gestione del processo costruttivo e gestionale di un “oggetto costruito” lungo tutto il suo ciclo di vita.

INTEGRA si pone l’obiettivo di integrare settori per essere competitivi nelle nuove sfide che il mercato pone e per dare nuovi valori alle attività d’impresa, sostenendo in tal modo lo sviluppo delle cooperative associate… l’ambizioso obiettivo di rappresentare lo strumento per eccellenza per “fare rete”.

Il seminario ha quindi presentato, sia da un punto di vista teorico che con la presentazione di casi di studio, le varie modalità applicative del modello BIM, attraverso gli interventi del prof. Edoardo Cosenza, Coordinatore del Master in “BIM e progettazione integrata sostenibile” e Componente della Commissione MIT per il decreto sulla digitalizzazione degli appalti, degli ingegneri Domenico Asprone, Antonio Salzano e Antonio Ianniello dell’Università Federico II e dell’ing. Domenico Petruzzelli, Dirigente Responsabile Ingegneria e Sviluppo Rete ANAS.