ASSEMBLEA GENERALE DEI SOCI DI INTEGRA 11-05-2017

 

 

 

INTEGRA ha presentato il suo 1° bilancio di esercizio e con l’occasione, ripercorrendo le tappe principali della propria storia, dalla costituzione del Consorzio alla stipula del contratto di affitto di ramo d’azienda con il CCC, ha ricordato i suoi principi ispiratori:
  • tutela e valorizzazione della struttura consortile come strumento di sostegno e sviluppo delle cooperative associate;
  • sviluppo coerente con il valore della mutualità e della centralità del capitale umano;
  • integrazione tra i diversi settori.

Ha richiamato i valori che ne caratterizzano la mission:

 

  • operare con costante orientamento alla soddisfazione del socio cooperatore e della stazione appaltante;
  • sviluppare ed erogare servizi a contenuto sempre più innovativo, capaci di dare un vantaggio competitivo ai soci;
  • conseguire risultati economici positivi che consentano di incrementare il patrimonio del Consorzio, accrescendo in questo modo la solidità e le potenzialità operative dell’impresa;
  • contribuire, con iniziative, proposte e comportamenti, ad accrescere la trasparenza e promuovere lo sviluppo del mercato italiano delle costruzioni e dei servizi;
  • considerare l’apporto individuale e collegiale di tutti i collaboratori ai processi di lavoro come elemento indispensa­bile allo sviluppo complessivo di INTEGRA, nella convinzione che la creatività e l’intelligenza di ciascuno sia una variabile decisiva per il miglioramento continuo della qualità dei servizi erogati.

Ha evidenziato gli elementi costitutivi della propria identità:

    • le caratteristiche della base sociale composta da:
        • 130 soci cooperatori tra cui grandi imprese cooperative che si collocano tra i principali player del mercato nazionale delle costruzioni e dei servizi e cooperative medie e piccole, la cui operatività è più radicata nel territorio di appartenenza, con un ampio ventaglio di competenze e specializzazioni;

       

    • 3 soci finanziatori Coopfond S.p.a., Cooperare S.p.a e Pegaso Finanziaria S.p.a. sottoscrittori di strumenti finanziari emessi dal Consorzio.
      cartine soci

 

  • il livello di capitalizzazione raggiunto:
    dati capitale

 

 

  • le specificità del modello di governance e delle prerogative del consiglio di sorveglianza;
  • il numero delle commesse in esecuzione e degli addetti complessivamente coinvolti dalle associate:

bilancio 2016_desktop

 

  • le risorse umane impiegate in organico:
    • l’organizzazione di INTEGRA è passata da 55 risorse umane, di cui 43 dipendenti e 12 dirigenti, a 57 dipendenti, di cui 32 impiegati, 14 quadri e 11 dirigenti, al 31 dicembre 2016. La componente femminile è rappresentata al 47% e l’età media generale è di 47 anni.
  • le certificazioni e le attestazioni possedute:

certificazioni soa
certificazioni

  • il rating di legalità ottenuto:

Ha rimarcato gli obiettivi cui tendere nell’esercizio dell’attività consortile e nel perseguimento dello scopo mutualistico:

 

  • consolidamento della presenza nel mercato delle costruzioni;
  • crescita nel mercato dei servizi;
  • sostegno per uno sviluppo “efficace” delle cooperative associate.

Nel corso dell’esercizio 2016, INTEGRA ha declinato i principi e perseguito gli obiettivi consortili operando con l’impegno di:

  • rafforzare la capacità dei propri soci di competere sul mercato attraverso l’analisi costante delle sue evoluzioni, anche normative, delle opportunità che presenta e dei rischi potenziali che ne derivano;
  • favorire e interpretare l’innovazione, per i soci e per il sistema delle costruzioni nel suo complesso, come strumento fondamentale di presidio del mercato, da sviluppare in primo luogo creando partnership strutturate con attori di diverse tipologie per intercettare e valorizzare know-how complementari;
  • monitorare attentamente lo stato delle cooperative e l’andamento delle commesse attraverso un sistema di controlli e di regole finalizzate a consentire al Consorzio di intervenire prontamente in caso di difficoltà e così tutelare il patrimonio consortile e garantire nei confronti della committenza e degli altri attori del sistema, la capacità di eseguire i contratti e portare a completamento i lavori e i servizi nei modi e nei tempi richiesti.

Con l’impegno profuso in tali attività, che sono state identificate come le tematiche material  del proprio Bilancio di Sostenibilità, INTEGRA ha perseguito il suo scopo di sostenibilità, concetto insito nella missione stessa del Consorzio: supportare la sostenibilità economica e sociale del sistema in cui opera, svolgendo un ruolo dalla doppia natura, verso l’interno (supportando i soci nel loro sviluppo e assicurando equilibrio nelle scelte consortili) e verso l’esterno (garantendo alle committenze l’esecuzione dei lavori con competenza, qualità e trasparenza), e garantendo in questo modo benefici per l’intero settore e per i destinatari delle opere e dei servizi oggetto degli appalti.

L’attività svolta nel corso dell’esercizio ha consentito a INTEGRA di migliorare le previsioni contenute nel Piano Economico Finanziario allegato al contratto d’affitto stipulato con il CCC, sia in termini di ricavi – grazie all’importante risultato acquisitivo – sia in termini di costi attesi, grazie ad una gestione attenta dei costi.

INTEGRA ha così chiuso il 2016 con ricavi in crescita del 22% rispetto alle previsioni (e con un portafoglio ordini in esecuzione pari a 1,8 miliardi di euro) e costi in calo del 18%; l’EBITDA è risultato pertanto positivo e pari a 2,5 milioni di euro.

A fronte dei rischi connessi allo stato di difficoltà di alcune cooperative assegnatarie e ai provvedimenti di revoca adottati per inadempimento delle assegnatarie e/o assoggettamento delle stesse a una qualche procedura concorsuale, si è ritenuto prudente, alla data del bilancio, procedere all’iscrizione di un fondo rischi di importo pari ad euro 2 milioni.

Per effetto di tale iscrizione, il bilancio di INTEGRA al 31/12/2016 ha espresso un utile di esercizio pari ad euro 360.468.

Alcuni dati:

06

Le caratteristiche del portafoglio lavori

dati integra
La quota della linea di business “servizi”, oltre ad aver rappresentato l’11% della produzione consortile 2016, è pari al 24% del portafoglio lavori grazie all’improntate risultato acquisitivo del 2017: ben il 34% delle acquisizioni dell’anno hanno riguardato contratti di “servizi”, a testimonianza di quanto il Consorzio stia davvero, nel concreto, integrando i settori, creando valore industriale e sociale-.

“Cooperare per Innovare”, oltre al payoff di INTEGRA, è anche la sua vision consortile.dati integra 2Il bilancio di sostenibilità